MCM MERLOT
LA SAGGEZZA DELLA PERGOLA

Nel 1995, le uve vendemmiate in questo vigneto furono di qualità talmente eccellente, che ispirarono Luis von Dellemann, allora enologo responsabile della nostra tenuta a vinificarle in purezza. Fu così che nacque l’ MCM. E siccome sarebbe andato in vendita all’arrivo del nuovo millennio, sulla sua etichetta, molto personalizzata, decidemmo di scrivere l´annata in numeri romani (MCM). Da allora, quella sigla storica è divenuta l’elemento distintivo di questo vino.

image for article

2016
MCM
Merlot
13.5 % Vol

Colore

Color ciliegia con riflessi rosso rubino

Profumo

Bouquet intenso, fruttato (frutti di bosco), terroso, finemente speziato

Bouquet

Corpo vigoroso, equilibrato, profondo, molto fruttato, fresco

Abbinamento

Con carne di vitello, agnello, selvaggina, formaggio

Provenienza

Punggl appartenenti alla Tenuta Alois Lageder a Magrè. 230 metri s.l.m.

Terreno

Argillosi-sabbiosi e calcarei

Vinificazione

Fermentazione spontanea del pigiato, con diverse percentuali di grappolo intero, in acciaio o legno. Maturazione in botti piccole di legno per circa un anno. Segue l'affinamento i bottiglia di circa un anno.

Invecchiamento ottimale

3-15 anni

LA VIGNA MCM

Alle pendici meridionali del conoide detritico su cui sorge Magrè, si estende un appezzamento che nel gergo locale prende il nome di “Punggl”, da sempre apprezzato per le sue proprietà viticole. A metà degli anni Cinquanta, gli allora proprietari del maso di Hirschprunn vi avevano realizzato un vigneto coltivato a Merlot, un vitigno che già nei decenni precedenti aveva dato ottimi risultati in quella zona. Oggi, il cuore di quell’appezzamento è la base del nostro MCM. A seconda dell´andamento climatico dell’annata, infatti, in quella vigna selezioniamo una quantità variabile di uve di qualità eccellente, destinate a produrre il nostro MCM.

UNA VISITA DELLA VIGNA MCM

Da un po’ di tempo, esiste un sentiero che da Magrè conduce nella località limitrofa di Cortina all’Adige, e quel sentiero costeggia la vigna MCM. Le viti, antiche e allevate a pergola, balzano subito all’occhio almeno quanto la varietà della flora. Soprattutto nei mesi primaverili, infatti, le essenze erbose e floreali che seminiamo in un filare su due trasformano il vigneto in un prato fiorito e profumato, apprezzato anche da molti insetti e uccelli che ne hanno fatto il proprio habitat. 

Le visite guidate

Venite a conoscere i nostri vini, la loro storia, i vigneti a coltivazione biologico-dinamica in cui crescono, e le cantine in cui li vinifichiamo.

La biodinamica

La nostra Tenuta punta a un’agricoltura biologico-dinamica che rispetti l’uomo, gli animali e i cicli della natura, e coinvolga tutti questi fattori nella nostra attività.

LÖWENGANG Chardonnay & LÖWENGANG Cabernet

Il maso Löwengang deve il proprio nome al palazzo signorile omonimo ubicato a Magrè, che dal 1934 è diventato di proprietà della famiglia Lageder.

Follow Alois Lageder on Instagram