Famiglia e Storia

Da 200 anni ci impegniamo a trovare l’eccellenza

La storia della nostra azienda ebbe inizio nel 1823, allorché Johann Lageder, apprendista artigiano, cominciò a commerciare in vini a Bolzano. I suoi figli e nipoti decisero di acquistare dei vigneti e produrre essi stessi del vino. Alois III, pronipote del capostipite, capì che la varietà climatica dell’Alto Adige poteva diventare un fattore vincente, e nel 1934 acquistò la tenuta Löwengang di Magrè, nella parte meridionale dell´Alto Adige. Fu lì e in altri villaggi che fece installare dei torchi per produrre vino, e ben presto anche diversi viticoltori cominciarono a conferirgli le proprie uve. Nel 1963, Alois III morì improvvisamente, quando il figlio Alois IV aveva solo 12 anni. Toccò quindi a sua moglie Christiane e alla figlia maggiore Wendelgard rilevare provvisoriamente l’azienda paterna, finché il fratello Alois IV, a metà degli anni Settanta, prese in mano la tenuta insieme a sua sorella e suo marito ed enologo cognato Luis von Dellemann. Da quel momento, introdusse severi criteri di qualità, adottando al tempo stesso dei metodi innovativi nei vigneti e in cantina che gli valsero un posizionamento più elevato sul mercato. Oggi, i 50 ettari di vigneti di proprietà della famiglia sono interamente coltivati col metodo biodinamico.

Tenuta Alois Lageder

Spinti dalla lungimiranza, ci adoperiamo per migliorare constantemente.

Lavorare e impegnarsi in stretta sintonia, favorisce sia la crescita del singolo, sia quella dell’impresa.

Le visite guidate

Venite a conoscere i nostri vini, la loro storia, i vigneti a coltivazione biologico-dinamica in cui crescono, e le cantine in cui li vinifichiamo.

Ricerca e sviluppo

Ci adoperiamo costantemente per migliorare il nostro modo di lavorare in maniera artigianale, cercando di un approccio ancora più olistico e organico, e per stringere alleanze ancora più proficue.

La nostra filosofia

Qui trovate informazioni più approfondite sull’approccio olistico cui ci ispiriamo nella nostra attività, che tiene conto dei rapporti che legano fra loro la natura, l’uomo, la cultura, la tecnologia, la tradizione e la modernità.

Follow Alois Lageder on Instagram