Pinot Noir

L’Alto Adige è una delle poche zone vinicole italiane in grado di offrire al Pinot nero delle condizioni di crescita ottimali, e non a caso questo vitigno è attualmente uno dei più diffusi fra quelli rossi. I suoi grappoli prediligono un clima fresco e ben ventilato, e prosperano meglio su terreni calcarei ricchi di ciottoli ed un buon tenore argilloso. Il nostro Pinot nero deriva da vigne selezionate ad Appiano, Pochi di Salorno e Cortaccia, e meglio di ogni altro sa amalgamare raffinatezza e vigore.

image for article

2018
PINOT NOIR
12.0 % Vol

Colore

Rosso rubino con riflessi rosso granato

Profumo

Aromi fruttati (bacche rosse, ciliegia), note minerali, fresco

Bouquet

Mediamente corposo, tipicità varietale, speziato, fruttato, vellutato

Abbinamento

Con carni bianche, carne di manzo e d'agnello, pollame, anatra, selvaggina e formaggio saporito

Provenienza

Vigneti selezionati a Pochi, Appiano e Cortaccia. 300 - 450 metri s.l.m.

Terreno

Sabbiosi, argillosi e in parte molto calcarei

Vinificazione

Affinamento in botti di legno e vasche di cemento (circa 12 mesi).
Macerazione in acciaio

Invecchiamento ottimale

Invecchiamento ottimale: 2-5 anni

La biodinamica

La nostra Tenuta punta a un’agricoltura biologico-dinamica che rispetti l’uomo, gli animali e i cicli della natura, e coinvolga tutti questi fattori nella nostra attività.

Collaborazioni

Coltiviamo dei rapporti di collaborazione molto stretti non solo con i viticoltori che ci conferiscono le proprie uve, ma anche con diversi allevatori e orticoltori del territorio.

Economia circolare

Un obiettivo importante della biodinamica è il ciclo naturale completo. L'azienda agricola funziona come un microcosmo organico, dove oltre all'uomo convivono una grande varietà di piante e animali.

Follow Alois Lageder on Instagram