Schiava

La Schiava è un vitigno autoctono che fino agli anni Settanta svolse un ruolo dominante nella viticoltura altoatesina, tanto che, fino ad allora, l’Alto Adige era considerata una zona da vini rossi. Siccome le sue uve prediligono l’ombra, per la Schiava continuiamo ad allevarla a pergola. Il vino che se ne ricava si distingue per freschezza, leggerezza e morbidezza tannica, ha un grado alcolico moderato, ed è quindi un abbinamento ideale per pietanze leggere.

image for article

2018
VERNATSCH - SCHIAVA
11.0 % Vol

Colore

Limpido, rosso rubino con riflessi rosso porpora

Profumo

Aromi discreti, bouquet profumato, fresco, fruttato, floreale (viola), pepato

Bouquet

Corpo snello, equilibrato, morbido, vellutato, secco

Abbinamento

Con antipasti, pietanze di pasta, pizza, carni bianche e pollame

Provenienza

Vigneti selezionati a Caldaro e Cortaccia. Altitudine: 300 - 400 metri s.l.m.

Terreno

Ghiaiosi e molto calcarei

Vinificazione

Fermentazione malolattica in vasche di cemento (circa 6 mesi).
Macerazione in acciaio

Invecchiamento ottimale

Invecchiamento ottimale: 1-3 anni

La biodinamica

La nostra Tenuta punta a un’agricoltura biologico-dinamica che rispetti l’uomo, gli animali e i cicli della natura, e coinvolga tutti questi fattori nella nostra attività.

Il nostro approccio

Pensare e agire in una visione olistica, per noi significa anche rispettare le forze e i segreti della natura, mantenere salde le nostre alleanze e guardare al futuro con lungimiranza.

La cantina

Utilizzando le tecnologie più all’avanguardia, vinifichiamo le nostre uve nel modo più naturale possibile, fondendo fra loro l’innovazione e i pregi della natura.

Follow Alois Lageder on Instagram