MIMUÈT Pinot Noir

Nella lingua ladina –quella originariamente parlata in Alto Adige – mimuèt significa “secondo i miei gusti”. Convinti come siamo che l’Alto Adige offra le condizioni migliori per coltivare il Pinot nero, dedichiamo molta passione a questo vitigno, e il nostro intento è di ricavarne dei vini caratterizzati da un profilo preciso, leggerezza e struttura raffinata. Per ottenere tutto ciò, assembliamo  le uve di varie vigne, tutte situate in posizioni fresche, scegliendo accuratamente il momento della vendemmia, quando gli acini sono ancora croccanti e hanno un gusto vivo, in modo da produrre un Pinot nero con spiccate doti di freschezza e vivacità.

image for article

2017
MIMUÈT
Pinot Noir
12.0 % Vol

Colore

Rosso granato con riflessi rosso rubino

Profumo

Bouquet discreto, fruttato (bacche), erboso, delicati sentori di legno

Bouquet

Mediamente strutturato, elegante, agile, vellutato, fresco, con tannini percepibili

Abbinamento

Carni bianche, pollame, anatra, selvaggina, formaggi delicati

Provenienza

Appiano, Cortaccia e Pochi. 370 - 520 metri s.l.m.

Terreno

Ghiaiosi, calcarei e di origine morenica, argillosi negli strati superiori

Vinificazione

Fermentazione spontanea Affinamento del vino: fermentazione malolattica in parte in acciaio, in parte in botti di legno e in parte in vasche di cemento per circa 12 mesi

Invecchiamento ottimale

Invecchiamento ottimale: 2-6 anni

La biodinamica

La nostra Tenuta punta a un’agricoltura biologico-dinamica che rispetti l’uomo, gli animali e i cicli della natura, e coinvolga tutti questi fattori nella nostra attività.

Oasi di quiete

Venite con noi a visitare i nostri poderi, scoprirete dei luoghi in cui rilassarvi, dedicarvi ai piaceri e il nostro concetto di organicità olistica, quiete e decelerazione.

Contatto

Scrivici e facci sapere come possiamo esserti utili.

Follow Alois Lageder on Instagram